Euro-Toques: a Palermo il 1° Congresso regionale

Euro-Toques sbarca a Palermo lunedì 14 gennaio con il primo Congresso Regionale dell’associazione in terra siciliana. Sarà anche l’occasione per scoprire l’anteprima della versione digitale della guida Euro-Toques 2019. La giornata – organizzata con la collaborazione di Italia a Tavola, in qualità di media partner, e di Cuvée Gourmet – vivrà due momenti distinti, utili ad approfondire alcuni temi specifici della regione, ma validi anche per l’intero movimento italiano: un convegno nazionale sull’importanza dell’alta cucina e una cena di gala per raccogliere fondi contro la talassemia. Si parte al mattino, alle ore 9.30, con il convegno dal titolo “Euro-Toques: identità, qualità, responsabilità contro la cucina di massa per la salvaguardia dei prodotti e del gusto”presso la Sala Gialla di Palazzo dei Normanni (sede del parlamento regionale). Una location che da sola attesta dell’importanza dell’associazione.

L’obiettivo è quello di valorizzare il ruolo dei cuochi anche economico, culturale e salutistico, in Sicilia come in tutta Italia, e non a caso vedrà la partecipazione di alcuni dei maggiori esponenti della cucina siciliana e nazionale, tra cui chef stellati, oltre che delle massime istituzioni della Regione.

Il convegno – che riserverà una parte dedicata all’anteprima nazionale della versione digitale della guida Euro-Toques 2019 curata da Italia a Tavola (prossimamente ci sarà anche la presentazione della versione cartacea) – oltre ai saluti del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e del presidente dell’Assemblea regionale Gianfranco Micciché, prevede una tavola rotonda e una serie di interventi. Parteciperanno il presidente Euro-Toques Italia ed International Enrico Derflingher; il vice presidente nazionale Maurizio Urso; il delegato regionale Giovanni Porretto; lo chef Ciccio Sultano (due stelle Michelin) ; il direttore di Italia a Tavola, Alberto Lupini; il direttore dell’Associazione Piera Cutino, Sergio Mangano; l’assessore regionale all’Agricoltura, allo Sviluppo rurale e Pesca, Edy Bandiera; il dirigente generale del dipartimento regionale della Pesca mediterranea, Dario Cartabellotta; il presidente Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi Sicilia), Dario Pistorio; l’amministratore dell’azienda Nino Castiglione, Filippo Amodeo; il docente in Scienze e tecnologie agroalimentari Unipa, Nicola Francesca.

Tra i partecipanti al convegno anche Giuseppe Vaccarini, già Migliore Sommelier del mondo per l’Association de la sommellerie internationale nel 1978, laureato honoris causa in “Wine and Food advice” dall’Università degli Studi di Lugano nel 2002 e fondatore dell’Aspi (Associazione della sommellerie professionale italiana).

In serata, sempre nel capoluogo siciliano, è invece in programma una Cena di Gala nella suggestiva location di Villa Boscogrande. Saranno circa 40 i cuochi italiani e siciliani che per l’occasione realizzeranno ben 30 portate. L’elegante ambientazione e la bellezza del contesto architettonico e paesaggistico faranno da cornice ad un evento organizzato per sostenere l’Associazione Piera Cutino, impegnata nella lotta contro la talassemia, a cui sarà destinato parte del ricavato della serata.

Col presidente di Euro-Toques Italia ed Euro-Toques International, Enrico Derflingher, saranno attivi dietro ai fornelli il vice-presidente nazionale Maurizio Urso e il delegato per la Sicilia Giovanni Porretto. Con loro tanti altri chef stellati e non dell’associazione: Luigi Alioto dell’Hotel Villa Ginevra a Ficarra, Me; Fabio Armanno del ristorante del Belmond Grand Hotel Timeo a Taormina, Me; lo chef consultant Paolo Austero; Cristian Benvenuto del Ristorante La Filanda di Macherio, Mb; Giuseppe Biuso de Il Cappero (*) all’interno del Therasia Resort sull’Isola di Vulcano, Eolie; Pasquale Caliri del Marina del Nettuno Yathing Club a Messina; Salvatore Calleri del Ristorante Regina Lucia a Siracusa; Davide Catalano di Tentazioni di Gusto a Trapani; Mario Cimino della Corte Martinelli Ricevimenti ad Andria, Bt; Cristian De Simone de Il Palmento dei Feudi a Niscemi, Cl; Natale Di Maria del Villa Boscogrande di Palermo; Rosaria Fiorentino della Sala ricevimenti Moon Flower a Monforte San Giorgio, Me; lo chef consultant Antonino Fratello; Roberta Gallo del Ristorante Regina Lucia a Siracusa; Paolo Gramaglia del ristorante President (*) a Pompei, Na; lo chef consultant Daniele Lughero; Giuseppe Mancino de Il Piccolo Principe (**) a Viareggio, Lu; Massimo Mantarro del Principe Cerami (*) a Taormina, Me; Saverio Patti dell’Antica Stazione di Ficuzza a Ficuzza, Pa; Vincenzo Pinto del A’ Cuncuma Restaurant di Palermo; lo chef consultant Mario Puccio; Paolo Romeo del Ristorante Grecale a Messina; lo chef consultant Concetto Rubbera; Fabio Silva del Derby Grill all’interno dell’Hotel de la Ville a Monza; Seby Sorbello del Sabir Gourmanderie a Zafferana Etnea, Ct; Ciccio Sultano del ristorante Duomo (**) a Ragusa; Gianni Tarabini de La Preséf (*) all’interno dell’Agriturismo La Fiorida a Mantello, So; Giuseppe Triolo, chef consultant e titolare dell’attività Pasta e Sfizi; Virgilio Valenti dell’Agriturismo Pantalica Ranch a Sortino, Sr.

Con loro anche altri nomi di rilievo del panorama culinario nazionale come Pietro D’Agostino de La Capinera (*) a Taormina, Me; Alessandro Ingiulla del ristorante Sapio (*) a Catania; Giovanni Santoro del Shalai (*) a Linguaglossa, Ct; Gioacchino Sensale del Ristorante Patanegra a Palermo; Maurizio Somma de Il Papavero (*) a Eboli, Sa; Alfio Visalli fondatore di Blu Lab Academy.

I piatti, abbinati ai vini di prestigiose cantine, rappresenteranno la Sicilia enogastronomica tutta. Non mancherà l’angolo mixology curato dai bartender Matteo Bonandrini e Luca Catanzaro, così come l’area riservata ai distillati e ai sigari siciliani di Federico Marino. L’ingresso sarà riservato a un massimo di 400 partecipanti, a fronte di una donazione di euro 90 a partecipante.

«La Cena di gala rappresenta uno strumento attraverso cui continuare a supportare il Campus di Ematologia “Cutino” – spiegano Enrico Derflingher e Giovanni Porretto – esaltando la professionalità e la creatività degli chef, la buona cucina, la qualità delle nostre aziende e di conseguenza l’eccellenza dei prodotti siciliani. Invitiamo dunque a partecipare a questo evento unico nel suo genere che unisce una straordinaria esperienza gastronomica e la solidarietà per tanti pazienti».

L’Associazione Piera Cutino, onlus che da 20 anni si occupa di talassemia e conduce progetti che mirano al miglioramento della qualità della vita dei pazienti affetti da questa rara forma di anemia mediterranea. Tra i propri progetti, l’Associazione annovera la costruzione del Campus di Ematologia “Cutino” all’interno dell’Ospedale Cervello di Palermo, una struttura interamente costruita con fondi privati e donati alla sanità pubblica che ogni anno accoglie circa 1.500 pazienti e vengono eseguite oltre 5.300 trasfusioni di sangue.