#iostappoacasa: al via la campagna di MTV Toscana

Il Movimento Turismo del Vino Toscana non si ferma e anzi, rilancia l’iniziativa #iostappoacasa promuovendo l’acquisto diretto da casa on line di vino delle cantine socie. Il presidente Emanuela Tamburini: «Un messaggio di sobrietà in un momento di particolare difficoltà per tutto il Paese»

Alla foto più originale un premio in bottiglie di vino toscano

#iostappoacasa: è l’hashtag e insieme il titolo della nuova campagna lanciata dal Movimento Turismo del Vino Toscana che attraverso i canali social e il portale ufficiale vuole sensibilizzare i tanti italiani costretti a casa dal Coronavirus a continuare a sperare magari potendo comunque acquistare vini di qualità delle cantine socie del Movimento. «Un modo per cercare di sdrammatizzare un momento di vera crisi, non solo economica, ma sociale – spiega il presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Emanuela Tamburini – vogliamo quindi continuare ad accompagnare i nostri appassionati in “cantina”, portando le cantine a casa loro».

L’iniziativa. Sul portale www.mtvtoscana.com si potranno trovare le aziende che partecipano all’iniziativa e i riferimenti per poter ordinare direttamente on line o attraverso email i vini desiderati con la possibilità di avere oltre 100 cantine a casa in un colpo solo. Migliaia di etichette che con un clic potranno essere richieste a costi di spedizione particolari, proprio per incentivarne l’acquisto. I consumatori appassionati saranno poi chiamati a inviare foto da casa con il tag #IOSTAPPOACASA. Alla fine la foto più originale che arriverà dai winelovers sarà premiata con tre bottiglie di vino dei soci di MTV Toscana. «Un modo anche per condividere una passione, quella per il vino, con tutti quanti», conclude il presidente di MTV Toscana Emanuela Tamburini.

Nei giorni scorsi il Movimento Turismo del Vino Toscana si era già fatto capofila di una richiesta da parte del settore vino alla Regione Toscana al fine di agevolare con alcuni strumenti straordinari le aziende vitivinicole socie che con la crisi stanno subendo gravi danni economici. In particolare sono stati richiesti dei corsi per spiegare alle imprese vitivinicole la nuova normativa regionale sull’enoturismo; potenziare lo spazio dedicato all’enoturismo in Toscana nel portale di riferimento “Visituscany”, anche con collegamenti al portale www.mtvtoscana.com già predisposto per un booking “4.0”. La richiesta inoltre di finanziare una campagna di comunicazione on line e tabellare incentrata sui mesi autunno-inverno sul tema “Toscana terra di saperi e sapori”, unita agli eventi calendarizzati in questo periodo come Cantine aperte in Vendemmia (settembre-ottobre) e a Natale (dicembre). Infine si richiede alla Regione Toscana di mappare i mezzi di trasporto pubblici (treni, aerei, autobus, noleggio auto e bus di linea ecc.) con riferimenti legati all’enoturismo.

L’Associazione Movimento Turismo del Vino Toscana è un ente non profit che raccoglie oltre 100 fra le più prestigiose cantine del territorio, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell’accoglienza enoturistica. Obiettivo dell’associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione. Ai turisti del vino il Movimento vuole, da una parte, far conoscere più da vicino l’attività e i prodotti delle cantine aderenti, dall’altra, offrire un esempio di come si può fare impresa nel rispetto delle tradizioni, della salvaguardia dell’ambiente e dell’agricoltura di qualità. Oltre ai tradizionali appuntamenti di Cantine Aperte a maggio (in programma anche a settembre per la versione della vendemmia e a dicembre per il Natale) e Calici di Stelle in agosto, che negli ultimi anni sono cresciuti grazie alla massiccia partecipazione dei soci, anche per il 2020 sono in programma tante altre attività volte proprio a promuovere l’enoturismo, un fenomeno che ormai è consolidato e che vede la Toscana, non a caso, tra le prime regioni in Italia con oltre un milione di enoturisti all’anno.