Una grande annata per la Vernaccia di San Gimignano

La vendemmia della Vernaccia di San Gimignano, iniziata con un leggero anticipo rispetto alla media la seconda settimana di settembre, è stata tra le più belle degli ultimi anni. Prima di tutto per il meteo: il tempo è stato costantemente bello per le prime due settimane e ciò ha permesso a tutte le aziende di completare velocemente e in condizioni ottimali la raccolta delle uve.

In secondo luogo – ma il più importante per la Vernaccia di San Gimignano che berremo – la maturazione e lo stato sanitario delle uve erano perfetti. Con le alte temperature diurne protrattesi fino a inizio vendemmia, l’unico fattore di rischio poteva essere l’acidità, ma i produttori che hanno effettuato una buona gestione del verde e del carico delle uve nei mesi estivi hanno registrato valori nella norma. Per quanto riguarda la quantità delle uve raccolte, siamo in linea con quella della vendemmia 2014 (ma i dati effettivi si avranno solo a fine anno), mentre la resa uva/vino è leggermente inferiore, dato che potrebbe significare una minor quantità di Vernaccia di San Gimignano 2015. Ora che tutte le uve sono in cantina, i produttori non nascondono il proprio ottimismo, a partire dalla Presidente del Consorzio della denominazione San Gimignano Letizia Cesani, che afferma: “La vendemmia ci dice che ci sono tutte le condizioni per prevedere una Vernaccia di San Gimignano 2015 di ottima qualità, adesso tocca a noi produttori terminare in cantina quello che la vigna ha così ben iniziato”. Questa vendemmia chiude positivamente un’annata che ha tenuto col fiato sospeso i produttori per tutta l’estate a causa delle alte temperature. La stagione infatti è stata calda, ma fortunatamente non siccitosa, contraddistinta da temperature molto elevate dal mese di giugno fino ai primi d’agosto, periodo durante il quale le piante non hanno sofferto, grazie alle riserve idriche accumulate nel periodo primaverile. E ad agosto le piogge abbondanti, alternate a giorni di sole e l’elevata escursione termica tra giorno e notte, hanno scritto il lieto fine per l’annata 2015.