Vendemmia: in tutta la Toscana è festa con la merenda nel vigneto

Appuntamenti per tutto settembre nelle cantine del Movimento Turismo del Vino Toscana

Cantine Aperte in vendemmia: in Toscana si riscopre la merenda in vigna

Dalle bruschette al pane con il pomodoro, passando per le degustazioni in vigna. La Toscana sceglie la merenda per promuovere l’evento più atteso dell’anno: la vendemmia. Un rito ancestrale nei vigneti delle cantine toscane che aprono le porte agli appassionati per scoprire tradizioni che restano vive

Settembre, è tempo di vendemmia nelle cantine toscane. Ecco allora che torna per tutto il mese il grande appuntamento per scoprire l’arte del vendemmiare: Cantine Aperte in Vendemmia, l’evento promosso dal Movimento Turismo del Vino Toscana, quest’anno apre le porte di decine di aziende sparse per tutta la regione per far conoscere da vicino un vero e proprio rito per ogni cantina, il momento più importante: la raccolta dell’uva. E per farlo le cantine toscane hanno scelto un tema antico come l’arte di raccogliere l’uva: la merenda. La riscoperta della merenda toscana è infatti il tema che il Movimento Turismo del Vino Toscana ha suggerito alle proprie cantine per far conoscere ai tanti turisti ancora in giro per le campagne e agli appassionati uno dei momenti più suggestivi da vivere nei vigneti.  «La vendemmia è una festa, la gente è allegra, il lavoro di tutto l’anno raggiunge l’apice – commenta il Presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Violante Gardini – vogliamo dare la possibilità a tutti gli appassionati di vivere con noi produttori vinicoli questo momento magico». Un tema scelto non a caso, quello della merenda, visto che Cantine Aperte in Vendemmia rientra tra le attività ufficiali dell’Anno del Cibo Italiano.

La merenda della vendemmia: un simbolo delle campagne toscane. Pane col pomodoro, fettunta, pane sciapo con il nostro prosciutto crudo toscano o con il salumi e pecorino, l’immancabile pane vino e zucchero, il dolce dei poveri. E poi il calice di vino che non deve mai mancare per brindare al lavoro di un anno soprattutto in un momento in cui in vigna tutti vestono lo stesso abito, dagli appassionati, ai lavoratori, così come i proprietari, tutti con l’obiettivo di portare a casa “un’ottima annata”. Il tema scelto da MTV Toscana per l’edizione 2018 è proprio la merenda, intesa come evento conviviale tra i wine lovers, che potranno accedere a uno dei momenti più importanti e affascinanti del lavoro delle aziende vinicole guidati dai protagonisti della vendemmia. Nella cesta ci saranno le ricette di una volta di ogni singolo territorio. Il giro dei vigneti, la possibilità di capire come l’uva dal tralcio finisce in cantina.. questo evento unico sarà esaltato per l’appunto da una festa, quella della merenda, che le cantine di MTV Toscana proporranno dando ai propri ospiti l’occasione unica di rivivere per un giorno l’atmosfera di una volta.

Cantine Aperte in Vendemmia. Dalla sveglia al mattino presto per partecipare attivamente alla vendemmia, alla visita in cantina di fermentazione osservando le operazioni di selezione degli acini ed i rimontaggi fino al tradizionale pranzo dei vendemmiatori. Tutti, dai più piccoli ai grandi esperti saranno invitati a venie in cantina per assaggiare il mosto in fermentazione. Sono previste molte attività per le famiglie dove anche i più piccoli potranno per un giorno immergersi nella natura. Insomma un modo diverso e divertente per scoprire le cantine, tra i tini in fermento, le botti o in mezzo ai filari che in questo particolare periodo si animano di persone come fosse una vera e propria festa.

Cantine Aperte. Da 26 anni, nato proprio in Toscana, è oggi l’evento enoturistico più importante in Italia. Nel 1992 in Toscana partì come evento sperimentale, su idea della fondatrice e allora presidente del Movimento Turismo del Vino, Donatella Cinelli Colombini. Visto il grande successo che ebbe, dal 1993, ogni ultima domenica di maggio, le cantine socie del Movimento Turismo del Vino aprono le loro porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino. Cantine Aperte è diventato nel tempo una filosofia, uno stile di viaggio e di scoperta dei territori del vino italiano, che vede, di anno in anno, sempre più turisti, curiosi ed enoappassionati avvicinarsi alle cantine, desiderosi di fare un’esperienza diversa dal comune. Proprio per il suo successo questo evento è ormai diventato un appuntamento itinerante nel corso dell’anno: oltre all’appuntamento di maggio infatti segue quello durante la vendemmia, poi a San Martino per l’11 novembre e infine l’evento di Natale.

L’Associazione Movimento Turismo del Vino Toscana è un ente non profit che raccoglie circa 100 fra le più prestigiose cantine del territorio, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell’accoglienza enoturistica. Obiettivo dell’associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione. Ai turisti del vino il Movimento vuole, da una parte, far conoscere più da vicino l’attività e i prodotti delle cantine aderenti, dall’altra, offrire un esempio di come si può fare impresa nel rispetto delle tradizioni, della salvaguardia dell’ambiente e dell’agricoltura di qualità.

Per scoprire le aziende aderenti a Cantine Aperte in vendemmia con tutti i programmi www.mtvtoscana.com.